“Alla ricerca degli alberi”: video di Daniele Di Domenico ideatore del progetto per ADA.

Video realizzato da Daniele Di Domenico, esperto di educazione ambientale e documentarista, in occasione del Progetto finanziato da ADA alla Scuola elementare “Paolo Racagni” di Parma nell’anno scolastico 2018/2019. Il titolo del progetto è “Alla ricerca degli alberi” e ha coinvolto gli alunni di tre classi di seconda elementare.

Ogni anno ADA utilizza i fondi raccolti attraverso varie iniziative per regalare ad alcune scuole di Parma e provincia, di ogni ordine e grado, degli innovativi progetti interdisciplinari di educazione ambientale, con la finalità di costruire negli alunni una sensibilità all’ambiente e alla sua tutela attraverso la conoscenza del territorio e delle sue ricchezze in termini scientifici, storici, ambientali.

Nell’ anno scolastico 2018/2019, tra gli altri progetti, si è svolto quello intitolato “Alla ricerca degli Alberi” che ha coinvolto tre classi di seconda elementare della Scuola “Paolo Racagni” di Parma. Per l’ ideazione, progettazione e realizzazione ADA si è affidata a Daniele Di Domenico, collaudato esperto in educazione ambientale. Grazie al metodo di ricerca, osservazione, sperimentazione sul campo ed in aula i ragazzi sono stati guidati a classificare, seriare, confrontare dati ed informazioni, applicare strategie di soluzione dei problemi. Hanno rielaborato le esperienze in piccolo e grande gruppo e le hanno restituite attraverso l’utilizzo di molteplici linguaggi. Ognuno ha potuto conversare sulla sua esperienza. Così i ragazzi hanno imparato a conoscere l’ambiente parco, a distinguere le parti costitutive dell’albero, a conoscere la funzione degli alberi nell’ecosistema, a distinguere alcune specifiche essenze (platano, tiglio, quercia, frassino, magnolia), a creare empatia con gli alberi e con l’ambiente circostante, conoscendone i cambiamenti nello spazio e nel tempo. Daniele Di Domenico, abile documentarista, ha sintetizzato nel video le tre uscite didattiche al Parco Ducale di Parma.

:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*