Fabrizia Prate de Ferraris 2001


Fabrizia Pratesi de Ferraris è nata a Parigi, ha ottenuto la maturità scientifica al liceo francese di New York (1954) si è laureata in architettura all’Università di Roma (1960).

Conosce l’inglese, francese, tedesco e spagnolo.

Nel 1960 ha sposato Fulco Pratesi, presidente del WWF-Italia, e ha lavorato con lui come architetto, ma ha sempre e soprattutto contribuito alle sue battaglie ecologiste.

Ricopre la carica di Segretario Generale del Fondo Imperatrice Nuda contro la sperimentazione animale da lei stessa fondato,insieme ad altri, nel 1988.

Nel 1992 il F.I.N .ha promosso con la L.A.V.(Lega Anti Vivisezione), il C.S.A. (Comitato Scientifico Antivivisezionista) che, ormai da quattro anni, è capofila in Italia del movimento contro i brevetti sulla vita e contro la diffusione nell’ambiente di organismi geneticamente manipolati.

Fa scritto con Gianni Tomino il libro “Ladri di geni. Dalle manipolazioni genetiche ai brevetti sul vivente”, Editori Riuniti, Roma.

 

MOTIVAZIONE DEL PREMIO

“Per la forza, il coraggio e la tenacia della sua battaglia in difesa dell’integrità e dell’equilibrio del sistema vivente”